Interactive and Design Comunicazione

Interactive and Design Comunicazione è l’azienda che ho fortemente voluto fin da quando cominciai a studiare comunicazione pubblicitaria. Un sogno che strada facendo si è trasformato in qualcosa di concreto.

Il sogno è partito da piccolo quando vinsi il mio primo premio per il miglior disegno della scuola alle elementari, ma troppo spesso quando si parla di persone che si impegnano si parte da quando si era piccoli e spesso io stesso sorrido e dico tra me e me: “ma dai… a quell’età che ne volevi capire” ed è per questo che farò un bel salto dicendo che…

il sogno è partito dall’A.N.F.E. (la mia storia raccontata dall’A.n.f.e.) un Ente di formazione Professionale, nel quale appresi le vie della grafica pubblicitaria. Un bel corso di 900 ore con moduli professionalizzanti come: comunicazione pubblicitaria, storia del design pubblicitario, elaborazione digitale delle immagini, grafica vettoriale Corel Draw e Illustrator, progettazione grafica, grafica editoriale.

Durante il corso ebbi la fortuna di incrociare il mio destino con tante belle persone umanamente parlando e altamente specializzate nel settore che amavo, ma 2 in particolare mi sono rimaste nel cuore, per la loro voglia di comunicare, la loro preparazione, l’energia e l’ironia con il quale trasmettevano le informazioni utili a trasformare un sogno in un lavoro, due formatori professionali eccezionali, peraltro marito e moglie, Vincenzo Corona e Rosanna Maranto, oggi colleghi e amici.

Ancor prima di terminare il corso, la mia prima assunzione presso il service di prestampa Fotograf dove conobbi Massimiliano Napoli. Su di lui potrei spendere tante parole, perchè oltre ad essere mio mentore in Fotograf, e ogni bacchettata era un incentivo a migliorare e a superarmi, col passare degli anni è diventato mio mentore di vita, divenendo uno dei miei migliori amici, testimone di nozze e fidato allegato professionale da quando Fotograph (ex Fotograf) è passata alla sua direzione.

Durante la mia permanenza al service di prestampa, non smisi di studiare (cosa che non faccio nemmeno adesso) e la notte, facendo le ore piccole imparai i primi rudimenti del web, specializzandomi nell’utilizzo e la programmazione del software Flash della Macromedia (poi acquistata ad Adobe). Non mi sentivo molto forte, ma da li a breve sarebbero fioccati da cielo più di 20 premi nazionali e internazionali per i siti web che realizzavo.

Desideroso di imparare ancora di più e di esprimere il meglio di me e delle mie potenzialità, dal service passai ad una vera agenzia pubblicitaria, la più quotata di quel periodo, Gomez & Mortisia. Grazie a Danilo Li Muli e in parte al papà Gianni Li Muli e a Elisa Di Cristofalo, imparai il meglio che si potesse fare a Palermo. Dando vita a creatività che altrimenti non avrei potuto esprimere. Anche in quel periodo tanti bei premi, ma questa volta di gruppo e non individuali. Imparai il concetto di squadra. Tante professionalità che lavorano in sinergia per un unico obiettivo, il raggiungimento dell’obiettivo del cliente.

Passarono 7 anni e mi decisi che era ora di spiccare il volo. Nacque così nel lontano 2006 Interactive and Design, uno studio di comunicazione pubblicitaria tradizionale e multimediale volto a risolvere i problemi specifici di ogni cliente, consigliando quali sono i mezzi migliori per arrivare al fine, studiando strategie e creando messaggi funzionali.

Oggi lo studio si ritrova nel suo decimo anno di attività e nel frattempo ho conosciuto persone incredibili che hanno contribuito a rendere speciale il cammino di Interactive and Design. Ho continuato a studiare sui testi universitari e su internet nel frattempo che rifiutavo una posizione di Art Director Interactive per la Saatchi e Saatchi di Roma. Fidandomi del mio staff ho trovato anche il tempo di allontanarmi saltuariamente dallo studio per fare il formatore professionale all’A.N.F.E. lo stesso ente dove ero stato allievo.

Le soddisfazioni non mancano, tra la direzione artistica di rinomate aziende Palermitane, Romane e Milanesi, e i rifiuti di proposte di acquisizione aziendale, ma non manca nemmeno la voglia di continuare ad imparare e non fermarsi mai.

Interactive and Design è un piccolo mondo fatto di idee, creatività ma soprattutto di esperienza, maturata sul campo e ravvivata ogni giorno attraverso i libri.

Add Comment